In questi luoghi

puoi perdere

la strada. Ma puoi

ritrovare te stesso

Timau, Pal Piccolo, Pal Grande, Freikofel, monte Zermula e cima Avostanis. I luoghi più importanti per immergersi nella lontana ma ancor vivida realtà del fronte alpino nel settore Carnia fra gli anni 1915-1918. Veri e propri musei all’aperto in cui è possibile visitare i resti delle trincee e dei baraccamenti usati dalle truppe italiane ed austroungariche durante il conflitto. Panorami mozzafiato.

A 1789 metri il tempio mariano più alto d’Europa. La Madonnina con Bambino è venerata dai tre popoli (italiano, tedesco e slavo) dal 1360. Un piccolo borgo in quota sorge ad abbracciare la chiesa, un panorama stupendo.

I segni più antichi e forse quelli più affascinanti. Steli, lapidi e altre pietre scolpite risalenti al periodo romano o medievale. Dalle lastre funerarie di Tarvisio e Camporosso alle colonne dell’infamia di Malborghetto e della stessa Tarvisio.

Un viaggio tra montagne, foreste e vallate delle Alpi Friulane? Non solo grandi e magnifici spazi naturali ma anche tanti musei. Da segnalare, per quanto riguarda la Carnia, la struttura di Carnia Musei. Una rete che, promuovendo e valorizzando il grande patrimonio culturale di questo territorio e raccogliendo da una parte le maggiori rassegne e dall’altra numerose, piccole collezioni private ed esposizioni permanenti, ha creato un sistema organico che identifica questa realtà, offrendo sempre nuovi servizi ed iniziative per turisti, famiglie e scuole. Ma sono numerose anche le esposizioni e le rassegne che punteggiano il territorio del pordenonese e dell’area del Tarvisiano, Canal del Ferro e Val Resia.

L’importante ruolo di crocevia di traffici e scambi culturali ricoperto dal territorio carnico nel corso dei millenni è perfettamente illustrato da ognuno dei tanti siti archeologici. Dai resti delle chiese paleocristiane a quelli di insediamenti fortificati e non, celtici e romani. Dalle tracce di manufatti militari tardo romane, altomedievali e medievali ad alcuni siti mesolitici o alle necropoli. L’imbarazzo della scelta, alla scoperta delle radici storiche più profonde e lontane. Forse per questo ancora più vive.


CERCA:

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione